Home > Grande slam rugby

Grande slam rugby

Grande slam rugby

Negli anni ottanta continua il dominio Francese che vince sei tornei, anche se tre a pari merito, vincendone quattro consecutivamente dal al È da ricordare la prima vittoria con Grande Slam della Scozia nel Dopo la seconda vittoria con un Grande Slam da parte della Scozia nel il torneo vive sullo scontro Francia Inghilterra. Tra il e il l'Inghilterra vince quattro tornei, di cui due con grande Slam e sei volte la Triple Crown , la Francia tre tornei di cui due con Grande Slam.

Nel venne istituito, insieme ad una classifica ufficiale, il "Championship Trophy", la coppa che premia il vincitore del torneo; fino a quel momento l'unico trofeo riconosciuto era infatti la "Calcutta Cup", ottenuta fondendo le rupie che costituivano il residuo di cassa dei Calcutta Football Club all'atto dello scioglimento avvenuto nel e assegnato ogni anno alla vincitrice di Inghilterra-Scozia e dal torneo del viene definito un criterio per definire un unico vincitore in caso di squadre a parità di punti [4].

Nel British Sky Broadcasting ottiene l'esclusiva delle partite dell'Inghilterra del torneo. Questo fatto legato ai diritti televisivi sembra portare a una possibile esclusione della Rosa [5] a favore dell'Italia, ma successivamente il contratto viene sciolto. Nel le federazioni facenti parte del comitato organizzatore approvarono l'ammissione dell' Italia , a partire dall'edizione del [6]. Il torneo del vide gli inglesi trionfare su tutti. Il torneo del fu vinto dalla Francia nell'ultima giornata e vide l'Italia conquistare il suo primo punto in trasferta grazie al pareggio primo tempo con il Galles; l'Italia in vantaggio per 18 a 15 si vede raggiungere al 58' con un calcio di punizione di Stephen Jones [8].

Importante fu l'edizione Con la vittoria per 23 a 20 allo Stadio Flaminio sul Galles nella quarta giornata è la prima volta che la nazionale azzurra vince due partite nello stesso torneo. All'ultima giornata 4 squadre avevano la possibilità matematica di aggiudicarsi il torneo [12] , e a vincere sarà la Francia grazie a una meta di Elvis Vermeulen , assegnata con il "TMO" Television Match Officer dopo due minuti di analisi [13]. Whitewash agli azzurri, che disputano forse il loro peggiore torneo dall'entrata. Nel fu la Francia a vincere con il Grande Slam. L'Italia arriva ancora ultima ma vincendo la partita in casa con la Scozia con una meta di Canavosio e 11 punti una trasformazione e tre calci piazzati di Mirco Bergamasco [15].

L'edizione del vide la vittoria dell'Inghilterra. Per l'Italia quello fu l'anno della scommessa Olimpico. Già da alcuni anni la capienza dello Stadio Flaminio, anche se portata da 20 a 30 posti con strutture rimovibili, era considerata inadeguata dal Board del sei Nazioni. Nell'autunno del la FIR aveva richiesto la conclusione dei lavori di ammodernamento dotandolo almeno di un'area 'hospitality' e di una capienza da 40 posti entro il [19]. La scommessa sarà vinta con due "tutto esaurito" [21] e due buone prestazioni dell'Italia che perse solo vinceva prima della meta di Charlie Hodgson al 51' con l'Inghilterra [22] e vinse con la Scozia per 13 a 6 [23].

Vinse per la seconda volta consecutivamente in casa con la Francia [25] e, per la prima volta nel torneo, con l'Irlanda con la meta di Giovanbattista Venditti , un calcio piazzato di Gonzalo García e 14 punti una trasformazione e quattro calci piazzati di Luciano Orquera [26]. L'Italia finisce ultima senza vincere neanche una partita, cosa che non accadeva dal Ultima, con il whitewash la Scozia che perde tutte le partite, compresa quella a Murrayfield con l'Italia che ottiene in Scozia l'unica vittoria del torneo con una prestazione esaltante che la porta a vincere all'80' con una meta tecnica trasformata da Tommaso Allan [27]. Per la prima volta, da quando esiste il sei nazioni, sia il vincitore che l'ultimo arrivato erano già decisi prima dell'ultimo incontro.

La nazionale italiana gioca le gare interne allo Stadio Olimpico di Roma dall' edizione del [28]. In precedenza, dal al , la squadra ha disputato le gare casalinghe allo Stadio Flaminio , sempre a Roma [29]. La nazionale francese gioca invece le proprie gare di casa a Saint-Denis , nello Stade de France [30]. In precedenza, nel periodo - e - i blues giocarono le gare interne al Parco dei Principi di Parigi [31] mentre dal al nello Stadio olimpico Yves du Manoir di Colombes [32]. Per le edizioni del e del furono utilizzati entrambi gli stadi. La nazionale gallese disputa le proprie gare di casa a Cardiff nel Millennium Stadium , dal [33]. Nel biennio , in attesa della costruzione del Millenium Stadium, la squadra ha giocato le partite interne in Inghilterra, allo Stadio Wembley di Londra [34].

In precedenza il Galles ha disputato le gare casalinghe all' Arms Park , sempre di Cardiff, in modo esclusivo dal al Dal al ha giocato invece in maniera saltuaria sempre all' Arms Park , [35] al St. La nazionale irlandese gioca le gare interne all' Aviva Stadium di Dublino dall' edizione del [39]. In attesa della costruzione di quest'ultimo, la squadra ha giocato dal al al Croke Park , sempre a Dublino.

Qui di seguito sono riportati i risultati del Quattro , , Cinque e e Sei Nazioni. Prima del , le squadre che finivano a pari punti condividevano il titolo. Dopo quella data le patte vengono risolte considerando la miglior differenza tra punti fatti e punti subiti. Al si sono disputati tornei di cui completi e 4 incompleti , , , Le statistiche che seguono sono calcolate sui tornei disputati fino al Nella tabella sottostante sono riportati i punti totali e per edizione di ciascuna nazionale relativi alle edizioni del Sei Nazioni dal Tra parentesi sono riportate le mete segnate.

Il record lo detiene l' Inghilterra , che nel ha segnato ben punti e 29 mete. I record che seguono fanno riferimento a tutti i tornei disputati fino al , anche se nei diversi anni le squadre hanno giocato un numero di partite diverse e il modo di calcolare il punteggio è variato nel tempo. Sono esclusi gli anni in cui il torneo non si è completato: Gérald Merceron In grassetto i giocatori ancora in attività. Il Sei Nazioni Under, nato nel , si disputa negli stessi fine settimana in cui sono impegnate le rappresentative maggiori maschili e femminili, e con lo stesso calendario. Nelle due edizioni successive si imposero nuovamente Inghilterra e Francia.

Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Disambiguazione — Se stai cercando altri significati, vedi Sei Nazioni disambigua. Up to World War I , su http: Post War , su http: URL consultato il 14 gennaio Lampo Canavosio poi le barricate Italia da impazzire , in La Gazzetta dello Sport , 28 febbraio Sofferenza e trionfo all' ultimo respiro , in La Gazzetta dello Sport , 18 marzo Francia battuta , Nazionale più bella di sempre , in La Gazzetta dello Sport , 3 febbraio URL consultato il 22 marzo URL consultato il 5 febbraio Altri progetti Wikinotizie Wikimedia Commons.

Portale Rugby: Estratto da " https: Sei Nazioni. Categoria nascosta: P letta da Wikidata. Tutte al Sei Nazioni invece le ultime conquiste delle tre Nazionali più titolate del torneo, Inghilterra , Galles e Francia , rispettivamente risalenti al , e Il Grande Slam è realizzato da quella Nazionale dell'Emisfero Sud che batta, nel corso di uno stesso tour , le quattro Nazionali delle Isole Britanniche. Esso è stato conseguito in totale nove volte: In ragione dell'ormai congestionato calendario internazionale del rugby, i tour, e con essi la possibilità di realizzare eventuali Grandi Slam, si sono fatti più infrequenti. L'ultimo tour con Grande Slam, della Nuova Zelanda , è del , anche se va notato che solo recentemente gli All Blacks hanno incluso il Galles nei loro tour.

Alla prima divisione del Campionato europeo per Nazioni partecipano sei squadre esattamente come nel Sei Nazioni e per un periodo, dal al , il torneo si è svolto nelle stesse date. Sino al la formula era annuale e identica quindi al torneo maggiore, tanto che si parlava comunemente di "Sei Nazioni B". Per tale motivo si parlava di "Grande" Slam per la squadra che avesse centrato cinque successi su 5 nel girone di andata o nel girone di ritorno. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. URL consultato il 21 marzo archiviato dall' url originale il 23 marzo Portale Rugby.

Portale Sport. Estratto da " https: Terminologia tecnica del rugby. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra. Namespace Voce Discussione. Visite Leggi Modifica Modifica wikitesto Cronologia. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo ; possono applicarsi condizioni ulteriori.

Rugby Sei Nazioni: Grande Slam del Galles! Anche l'Irlanda ko - Tuttosport

L'apertura è tutta per il Galles, che alla fine ce l'ha fatta: ha battuto con un mostruoso l'Irlanda e conquistato il suo quarto Grande Slam da. Con la schiacciante affermazione sull'Irlanda () al Millennium Stadium, la formazione di Gatland vince per la 39esima volta il torneo con. Sport - A Murrayfield termina per i Dragoni. La vittoria del torneo è a un passo. Galles subito avanti nel primo tempo. Al 14' Josh Adams. CARDIFF - Agli inizi di febbraio tutti puntavano sull'Irlanda vincitrice del Sei Nazioni con un nuovo Grande Slam. Un mese e mezzo dopo. Il Torneo Sei Nazioni (in inglese Six Nations Championship; in francese Tournoi des six nations; in irlandese Comórtas na Sé Náisiún; in gallese Pencampwriaeth y Chwe Gwlad; in gaelico scozzese Na Sia Nàiseanan) è il più importante torneo internazionale di rugby a 15 dell'Emisfero Nord. . Nel la Francia si aggiudicò il primo Grande Slam del Sei Nazioni. Nel rugby XV, si ha un Grande Slam quando una delle squadre partecipanti al torneo del Sei Nazioni (sia maschile che, più recentemente, femminile) ne vince . CARDIFF - Il Galles ce l'ha fatta, ha vinto per la 39a volta il Sei Nazioni (record assoluto, superata l'Inghilterra) con tanto di Grande Slam.

Toplists